Categoria: Editoriale

Possa passare la parte più piccola piacevole della parola, possa precipitare a più, a poco di più sul percorso di pelle particolarmente piacevole, parola paziente, politicamente perfetta. Possa procedere la parola di polvere, piena nella parlata su una panca nel pieno pomeriggio. La poltiglia di parola passa sul personaggio, pende dal profondo della pancia fino…
Read more

Nella mente del racconto

Cosa pensa un racconto quando viene venduto e lascia la biblioteca, quando i verbi presi a caso dalla mente dello scrittore serpeggiano tra sostantivi aggettivi avverbi  della mente del lettore. Se il racconto venduto non è un romanzo una fiaba una autobiografia un dramma, se il racconto è un affascinante racconto che non racconta, cerca…
Read more

Entrare nel nulla

I testi che sono proposti nella BAN hanno una caratteristica,  non è necessario incominciare la lettura dalla prima pagina, qualsiasi pagina aperta a caso può essere letta afferrata. Se questa cede alla eccentricità della vita non appare, nulla parla della vita, che è una immagine sfuggente.  Come la vita reale può essere interpretata di giorno…
Read more

Curiosità

La facilità di entrare nel surreale sta dentro il vocabolario dove solo apparentemente i verbi sono in stato di quiete ben allineati in ordine alfabetico, in realtà è sufficiente incollarli sul foglio, ed anche se sono separati da sostantivi aggettivi avverbi, lo scontro è inevitabile. Qualunque curiosità di quanto detto è facilmente riscontrabile negli autori…
Read more

Editoriale

Può un solo verbo influenzare il passaggio del primo pensiero dalla mente alla pietra, c'è certezza o forse è l'opposto sulla pietra era già raffigurato quello che il pensiero non aveva ancora percepito, può un solo verbo aver dato scrittura ai desideri di un Dio o era già tutto presente. La storia della vita che…
Read more

Sei fantastica ma rumorosa

La poesia nasce nel letto a monte della spalliera,  muovo solo la penna spinta con incertezza dalla mano, tutto il resto di me è paralisi, vibrazioni di nervi e muscoli cercano di fermare anche il braccio, maciullato dall’intrecciarsi di paure spiegazzo il foglio che la porta, l’abat-jour si è rannicchiata. Solo borioso è il passo…
Read more

BANale

B A N è BANale o è Raccolta Anonima di Narratori. Cosa E' !? E' l'osservazione dello spazio che ci separa dal divenire divinità? E' lo spazio dei verbi e della loro guida ? E' lo spazio della disgregazione pura del pensare. E' lo spazio dove poter camminare senza il peso di idee educate o criminali. E' certezza…
Read more

La bottega si è arricchita

Ora ha la possibilità di entrare nel spazio e-commerce. Verranno messi in catalogo progressivamente testi onirici irreali fantastici immaginari fiabeschi surreali, ad un prezzo onirico irreale fantastico immaginario fiabesco surreale con il solo scopo di essere la Biblioteca anonima con gli stivali che percorre la penisola felice allegra lieta raggiante gioiosa nel proporre una narrazione…
Read more

Osservare

Parrà impossibile osservare, l’arte la musica la cultura l’etica l’altro che non c’è xkè l’altro sei tu l’amore la tolleranza la creatività tutto questo e più ancora, osservare tutto questo mentre va ad ingarbugliarsi ed  intrecciarsi.  Osservare la difficoltà di sciogliere la treccia ed uscirne come da un labirinto. Osservare i  verbi, dimenticare odiare combattere…
Read more

Scherzi da prete

Questa news ha un sapore quasi religioso, non c’è nessun pregiudizio, è solo poesia di strada. Questo è quanto giunto in redazione. Cari amici della Biblioteca Anonima Narratori, oggi mentre mi recavo in centro incrocio una conoscente un po’ più giovane di me con una bella cera e capelli nero deciso, solite cose. In mano…
Read more